Allevare Cani Da Padre A Figlia - Rischi E Benefici Per La Salute

Allevare un padre per sua figlia è un classico esempio di consanguineità molto stretta. Gli studi hanno dimostrato che l’allevamento di cani strettamente associati porta a una riduzione del pool genetico dei ceppi puri, che di conseguenza aumenta il tasso di malattie ereditarie e mediche.

Come risposta molto breve e molto chiara, quasi tutti gli allevatori non devono mai tentare di allevare un bambino con il cane del padre, o con qualche altro genitore con un bambino. Oltre al rapporto immorale e non etico, è in gioco la salute di molte generazioni. Con un linebreeding così stretto, i rischi superano i potenziali vantaggi.

Vantaggi Dell’accoppiamento Di Un Padre Cane Con Sua Figlia

La consanguineità, o anche chiamata linebreeding , è stata una tattica comprovata per chiarire e isolare un assortimento di tratti e caratteristiche nell’aspetto e nelle abilità di un cane.

Quando si tratta di questo tipo di allevamento, un allevatore dovrà determinare un elemento integrante per valutare la quantità in cui le due copie di un gene ricevuto sono legate agli antenati della madre e del papà. Questo è classificato come coefficiente di consanguineità . Un coefficiente dello 0 percento indicherebbe nessuna connessione, il 12,5% indicherebbe una relazione normale e un 25,5% indicherebbe una relazione molto stretta poiché vediamo la consanguineità tra padre e figlia. Ci sono modi in cui un allevatore può calcolare questo numero più facilmente come mostrato da The Kennel Club.

La domanda è: perché un allevatore dovrebbe voler organizzare quello che potrebbe essere considerato dagli umani un accoppiamento incestuoso?

Tratti Di Fissaggio

Quando si fa questo tipo di consanguineità tra padre e figlia, si vorrebbe essere sicuri che questo possa essere usato per far emergere specifici geni sottostanti in superficie . Questo è il motivo principale per cui le persone accettano di accoppiarsi con questo tipo di persone vicine. I benefici ottenuti da questo metodo possono essere utili se eseguiti correttamente e quando il risultato desiderato si concretizza. In questo modo, richiederà un giudizio e una cura molto seri, poiché questo tipo di allevamento è generalmente disapprovato.

Normalmente, tutta la prole della cucciolata viene conservata e conservata in modo che i tratti desiderati si presentino e si creino nel tempo. Molti allevatori che prendono parte a mostre canine potrebbero voler isolare particolari elementi di personalità di un cane da esibizione esperto, il che rende i cani da esibizione e da produzione i migliori partecipanti. Gli allevatori che si incrociano per questo motivo non devono essere confusi con l’allevamento assortito, nel qual caso sono stati accoppiati due cani non imparentati per fissare tratti particolari.

Omogeneizzazione

Un altro motivo frequente per allevare papà e figlia è l’ulteriore vantaggio
dell’omogeneizzazione di alcuni geni semplici . L’obiettivo dell’omogeneizzazione
genetica è che il pool genetico diventi più popolato con i tratti più dominanti che possono verificarsi solo con consanguineità molto ravvicinata come vediamo questo cravatta. Alcuni di quei geni desiderati potrebbero essere ovunque dal loro colore, un particolare tipo di mantello o persino le loro dimensioni.

In caso di allevamento padre e figlia, i pericoli superano i vantaggi.

A causa della loro stretta quantità di coefficiente di consanguineità, alcuni tratti dei cani hanno una maggiore probabilità di sopravvivenza e riproduzione nella prole . Inoltre, questo offre all’allevatore più spazio su cui lavorare per quanto riguarda tratti più complicati come la velocità e le abilità di caccia , ad esempio. La maggior parte dei cani, ma ha un pool genetico abbastanza grande da non essere necessario. I cani che sono spesso all’aperto possono essere scelti per completare determinati tratti rispetto all’uso della consanguineità per amalgamare i tratti posseduti. Inoltre, questo può essere utilizzato anche per eliminare disturbi specifici ad esempio i cani che sono inclini ai calcoli alla vescica, causando la presentazione del tratto bronchiale e consentendo all’allevatore di selezionare quelli che non lo dimostrano per il futuro benchmark di allevamento.

Sfortunatamente, la genetica alla base di una consanguineità non distingue tra tratti buoni e tratti cattivi. In realtà, i tratti di un cane possono o meno essere trasmessi indipendentemente dal fatto che siano considerati buoni o cattivi dagli occhi del cucciolo. E questo ci porta ai molti rischi associati all’allevamento di un papà cane per sua figlia .

Rischi Di Allevare Padre E Figlia Nei Cani

Come accordo generale, è spesso altamente consigliato NON sforzare papà e figlia a causa della quantità di rischi associati a ciò.

In realtà questo tipo di allevamento è stato bandito dal Kennel Club . Sebbene alcuni allevatori forniscano una razionalizzazione generale per l’allevamento di cani da bambino e da papà, il più delle volte, i risultati sono tutt’altro che desiderabili. Nel caso dell’allevamento di padre e figlia, i pericoli superano i benefici. Per ricevere una migliore comprensione, si deve capire cosa succede attraverso l’azione di consanguineità di queste strette vicinanze. Come accennato in precedenza, un coefficiente di consanguineità tra padre e figlia è molto vicino, portando a maggiori probabilità di conseguenze indesiderate per la prole successiva. I rischi dovranno essere contemplati prima di decidere di allevare due cani strettamente imparentati.

Problemi Di Fertilità

Effetti della consanguineità sulla fertilità canina (grafico dell’Istituto di biologia canina) La stretta consanguineità ha dato origine a casi di infertilità nei cani perché c’è così tanta
mancanza di versione del recettore all’interno di un cane consanguineo. È stato riferito che più maschi consanguinei hanno tassi di fertilità inferiori rispetto ai purosangue, il che rende il processo molto difficile per gli allevatori. Le femmine hanno una maggiore prevalenza di partorire cuccioli malsani oltre a sperimentare cucciolate più
consumate . Inoltre, i cani consanguinei possiedono anche un
tasso di mortalità più elevato .

Limita Il Pool Genetico

Molti allevatori entrano nell’atto di allevare relazioni intime con l’idea di poter in qualche modo perfezionare i tratti, tuttavia non considerano che questo metta un serio freno al pool genetico disponibile. Nell’allevamento regolare, i pool genetici vengono espansi, lasciando il posto a una serie di attributi accessibili in una specie che consente una maggiore varietà e crescita durante le linee generazionali. Tuttavia, con una stretta consanguineità, il pool di recettori perde il suo potenziale di espansione e rimane gravemente limitato. I piccoli pool genetici sono in qualche modo più suscettibili alle malattie genetiche.

Difficoltà Di Comportamento

Sebbene sia normale che i cani siano leggermente aggressivi occasionalmente, i cani che sono stati consanguinei tendono a rivelare segni anormali di problemi comportamentali. Questi cani generalmente mancano di affetto nei confronti degli altri cani e dei propri allevatori o proprietari. Tendono anche ad essere molto più timorosi negli scenari in cui i cani di razza non reagiscono. Sono più spontanei e più nervosi, dimostrando alti livelli di aggressività e aggravamento. Inoltre, gli animali consanguinei tendono ad essere anche meno intelligenti.

Difetti Congeniti

La consanguineità ha un alto tasso di trasmissione di geni anormali o indesiderati alla prole. È più probabile isolare un difetto congenito che isolare geni benefici. Ciò consente agli alleli recessivi di essere prevalenti negli esemplari consanguinei che spesso possono portare a depressione da consanguineità e malattie genetiche.

È più probabile che tali alleli appaiano in accoppiamenti ravvicinati perché sia il padre che la madre corrono un rischio maggiore di portare lo stesso identico insieme di questi geni rispetto alla tipica pratica di allevamento. Questi difetti possono manifestarsi in molti modi come malattie che compromettono il sistema immunitario, corpi e volti anormali, malattie degli occhi e persino il cancro. Come risultato diretto di questo tipo di allevamento ravvicinato, molte delle madri hanno avuto bisogno di subire cesarei perché i cuccioli avevano ottenuto teste così grandi.

Conseguenze della consanguineità tra cani

Uno degli aspetti più angoscianti di alcuni dei difetti congeniti è che non compaiono fino a tardi, quindi gli allevatori potrebbero pensare di essere al sicuro presto solo per capire che il loro cane è gravemente malato più avanti.

Posso Allevare Un Cane Padre Per Sua Figlia?

Prendendo tutte le informazioni riguardanti i vantaggi insieme a tutti i rischi, si deve concludere che la consanguineità non è la scommessa più sicura, né può essere una pratica regolare. Non è consigliabile allevare rapporti così intimi come i cani da padre a figlia perché non si può capire il risultato, e considerando che i pericoli superano i vantaggi ipotetici con molto tiro, perché farlo?

Nel caso in cui un allevatore decida di intraprendere la strada della consanguineità, deve agire in tempo utile. Il tempismo e la pazienza sono fondamentali quando si tratta di accoppiare i cani perché onestamente se una persona non capisce cosa sta facendo,
potrebbe risultare avere conseguenze disastrose . Un allevatore deve essere molto attento ai dettagli e possedere una comprensione completa dei cani generazionali che precedono i due che vorrebbero essere accoppiati. Più informazioni di base si hanno, maggiori potrebbero pesare gli effetti potenziali con maggiore precisione. Un individuo deve acquisire la conoscenza di tutti i difetti di salute degli antenati per determinare possibili problemi che potrebbero apparire in futuro.

Bisogna prendersi il tempo essenziale per scegliere quali tratti si vogliono migliorare e isolare con la consanguineità in modo che quei tratti particolari siano focalizzati per essere in grado di fare un cane molto più favorevole. Se i geni recessivi si presentano e possono essere rimossi, questo può fornire l’ospite giusto, oltre a dover raddoppiare i geni buoni e rimuovere i tratti indesiderabili. Gli allevatori devono avere la capacità di produrre prole prevedibile in questo caso e solo gli allevatori che hanno avuto anni di esperienza con l’allevamento dovrebbero essere in grado di provare a incrociare due cani. E anche allora, non dovrebbero essere così strettamente collegati. Inoltre, la consanguineità dovrebbe essere eseguita se il cucciolo vuole allevare cani per più di due generazioni e desidera fissare il coefficiente di consanguineità in futuro ampliando, marginalmente, il pool di recettori delle linee di sangue.

La prossima volta che si consiglia di incrociare è per aumentare il valore del mercato delle cucciolate. Gli allevatori esperti e informati sull’isolamento dei tratti preferiti possono produrre una cucciolata più mirata e omogenea e utilizzarla per la promozione. Questi sono cani che potrebbero essere molto ricercati, soprattutto per la loro potenziale prole. I cani che si riproducono favorevolmente per un certo numero di generazioni attraverso molti allevamenti sono scelti in modo più preferenziale per la riproduzione. Nel complesso, la consanguineità dovrebbe essere l’ultima risorsa per le considerazioni sulla riproduzione. E inoltre, va notato che è consigliato solo se lo scopo e il desiderio dell’allevatore è quello di proteggere in gran parte i tratti che non si trovano comunemente in quasi tutte le altre linee di sangue attive.

Allevare una figlia da suo padre è molto insicuro e probabilmente non dovresti mai tentare di farlo.